E’ mistica Cherokee. Lei è per tutti, lei è l’appassionato simbolo di una rivelazione che si è fatta storia e che saprà caricare ancora, sulle sue spalle esili e forti al contempo, il peso e la meraviglia del tempo.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

La sua energia la rende la più femminile fra le regine.
E’ così che la ritrae l’artista, questo trasmette Arundo mentre si tramuta in essa.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

Fu travolgimento sensuale amarla ed inciderla, con gli strumenti del mastro e dell’artigiano e la sensualità dell’amante che carezza, scompiglia e frastorna di bellezza.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

La Leggenda Arundiana

“Le canne di Lagopesole“            

“…….da una buca  scavata  intorno al castello da un barbiere per gridare la scoperta delle orecchie d’asino di Federico Barbarossa……,spuntarono un giorno delle canne che non seppero tenere a lungo questo segreto , lo affidarono subito al vento,  che in  momento lo svelò a tutto il regno…..”

Le stesse canne raccolte intorno al castello, un giorno, svelarono all’artista  F.Z.  altri segreti…, segreti  che da sempre, egli, continua a svelare al mondo.“

logo Franco Zaccagnino

Il Logo

Il logo dell’artista F.Z. è un segno grafico che si sviluppa in senso verticale con tre anse che si restringono man mano verso il basso. Assomiglia alla forma di un serpente sollevato. L’artista ricava questo simbolo modellando la foglia della canna.

Partendo dall’alto, la prima ansa semicircolare, aperta verso destra, rappresenta la parte superiore della F compreso il trattino centrale. Le altre due anse, gradualmente più strette verso il basso, una con apertura a sinistra l’altra con apertura a destra, rappresentano la Z; il tutto termina con una coda a punta verso il basso.

Due cerchietti che simboleggiano la sezione della canna tagliata all’altezza del nodino si inseriscono nella sinuosità del logo all’altezza dovuta, rappresentando il primo, più grande, il trattino centrale della F; il secondo, più piccolo, il trattino della Z

Poi venne il canneto, il sussulto di Arundo, e l’ennesima rivelazione. La risplendente discese tra le mani talentuose e da esse si fece modellare.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

 

 

Le Sirene hanno un’arma ancora più terribile del canto, cioè il silenzio.
Non è certamente accaduto, ma potrebbe essere che qualcuno si sia salvato dal loro canto, ma non certo dal loro silenzio.”

Franz Kafka

Se per Lisa Gherardini, Leonardo fu il sole, ed ella si sentì luna solo in quanto riflesse quella luce forte e calda che vide in lui, la Gioconda Arundiana fa lo stesso.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

Le Amazzoni

Alle sacerdotesse della luna, l'artista che le rende frutto esile ma potente delle sue mani, affida un compito: proteggere e vegliare, quali sacre guerriere, sul sacello proibito della sua ispirazione.

Merisabell Calitri
Storico dell'Arte

Poi venne il canneto, il sussulto di Arundo, e l’ennesima rivelazione. La risplendente discese tra le mani talentuose e da esse si fece modellare.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

 

 

Le Sirene hanno un’arma ancora più terribile del canto, cioè il silenzio.
Non è certamente accaduto, ma potrebbe essere che qualcuno si sia salvato dal loro canto, ma non certo dal loro silenzio.”

Franz Kafka

Se per Lisa Gherardini, Leonardo fu il sole, ed ella si sentì luna solo in quanto riflesse quella luce forte e calda che vide in lui, la Gioconda Arundiana fa lo stesso.

Merisabell Calitri
Storico dell’Arte

Tutte le opere

museo arundiano scritta trasparente

Social

Non perdere nessun aggiornamento dall'Artista. Segui Arundiano

Intervista

Contatta via mail arundarte@ibero.it Stampa | TV | Radio

error: Il Contenuto è protetto da Copyright